11 – Marketing Check Up, dall’analisi alla pratica: Il Marketing Mix/4

Check Up Di Marketing: Marketing Mix 4 - Stefano Stopponi Consulente Marketing

Con la serie di articoli “Marketing Check Up, dalla teoria alla pratica” ti propongo alcune chiavi di lettura all’analisi del tuo Processo di Marketing.

Puoi eseguire gratuitamente il tuo Check Up di Marketing da questa pagina

L’analisi del Check Up continua con il Marketing Mix e le sue componenti essenziali. Finiamo con la Promozione.

# 31 – Il Kit di Comunicazione

Cataloghi, listini, schede prodotto, gadget, biglietti da visita, totem, leaflet, bandiere…

La lista degli strumenti della comunicazione cosiddetta “below the line” è lunga.

Sono quegli strumenti pratici e indispensabili per l’attività di vendita.

Se dai retta ai venditori non bastano mai, sono coalizzati con distributori e punti vendita per averne sempre di più.

Poi magari ti accorgi che a fine anno il materiale è avanzato e viene buttato perché ormai superato.

Realizzare un catalogo di vendita un tempo era come un parto.

Dall’ideazione alla stampa passavano anche mesi. Ma erano i tempi in cui l’impaginazione si faceva a mano e per stampare in offset andavano prima realizzate le pellicole.

Da qualche anno tutto è cambiato, impaginazione e stampa sono digitali e spesso il catalogo è solo online o su una comoda app.

Di più. Grazie alla “realtà aumentata” è oggi possibile far entrare i clienti nel tuo show room facendoli comodamente restare nel loro ufficio o a casa. Magari dall’altra parte del mondo.

Fisici o digitali che siano, questi strumenti non hanno diminuito la loro importanza nell’azione di promozione e vendita.

Curarne i contenuti, la distribuzione e la fruizione rimangono elementi essenziali e irrinunciabili.

Perché fisici o digitali che siano, questi strumenti servono per vendere.

Se fatti male o non utilizzati diventano solo un costo. Inutile.

 

# 32 – E adesso… “la Reclame”

Pubblicità tradizionale od online, l’utilizzo dei social media per generare lead, il marketing diretto, le pubbliche relazioni, sono considerati strumenti di promozione “above the line” in quanto hanno una visibilità oggettiva per il target di clientela.

Quello che un tempo era il sogno di molte piccole aziende, di comparire in televisione con un proprio spot pubblicitario è diventato oggi una realtà grazie ad internet.

Internet ha reso più democratico l’accesso agli strumenti di comunicazione, quanto meno lo ha fatto agli inizi.

Chi ha iniziato ad utilizzare internet 10/15 anni fa per la propria promozione fa oggi gode di rendite di posizione nei motori di ricerca.

Ancora oggi non è mai troppo tardi per iniziare anche se l’affollamento e i costi sono aumentati con la stessa facilità con cui si è via via velocizzata la navigazione su internet.

 

# 33 – Il sito internet. Croce o… delizia?

“E tu non ce l’hai il sito internet aziendale?” Questa era una domanda ricorrente quando ancora non esistevano i social network

E giù, tutti a farsi fare un sito. Spesso e volentieri senza una strategia chiara riguardo il suo utilizzo.

Il che ha generato migliaia di siti aziendali con la pagina delle news aggiornata fino al mese successivo al go live.

Non parliamo poi dei siti “nemici degli smartphone”. Quei siti realizzati con linguaggi di programmazione adatti per un computer ma praticamente illeggibili su un normale schermo da 5,2 pollici.

Ce ne sono migliaia in giro. Ma non sono aggiornati perché le stesse aziende non avevano capito allora cosa farci con un sito, per cui meglio lasciarlo lì com’è. “Tanto i clienti ci conoscono”.

Anche qua, quello che è stato raccontata è solo la punta dell’iceberg.

“Il sito? Se non ce l’hai non sei un’azienda credibile. I tuoi concorrenti ce l’hanno…” e altre amenità del genere.

Però non è mai troppo tardi. E’ vero, un sito non curato non è un bel biglietto da visita.

Ma prima di aggiornarlo sarà il caso di fare un progetto, definire una strategia. 

E alla fine, se deve essere solo un sito vetrina, che vetrina sia! Ma consapevolmente.

 

# 34 – La Riprova Sociale ai tempi dei… Social.

Ci sembra di aver fatto tutto bene, di aver offerto un buon servizio, di essere andati al di sopra delle aspettative del cliente e poi… zac!

Arriva la recensione negativa sulla nostra pagina social. Panico!

La prima reazione è rispondere per le rime… “adesso lo concio io per le feste questo leone da tastiera”.

La seconda reazione è ignorare… “in fondo se non gli do peso la cosa finisce lì”.

Ecco, c’è la terza via. Rispondere, senza far passare troppo tempo ma non subito.

Con toni garbati, anche se si è nel giusto e il cliente ne ha usati di pessimi.

Perché in quel momento non stiamo rispondendo solo a quello specifico cliente, che probabilmente non vedremo neanche più.

Stiamo rassicurando tutti i potenziali clienti che siamo un’azienda attenta ai clienti, che li trattiamo bene e che soprattutto quello è stato un semplice episodio negativo, del resto come si dice: “chi non fa non falla!”

 

# 35 – Non vivrai di solo Facebook!

Internet ha aperto un mondo di comunicazione assolutamente impensabile appena 20 anni fa.

All’inizio ricordo che i siti dei quotidiani cartacei ti vendevano “i banner”, spazi dove replicare magari la pagina pubblicitaria tradizionale o semplicemente riportare logo e indirizzo internet.

Oggi siamo di fatto bombardati dalla comunicazione che appare aprendo una pagina, un video su youtube, una app sul telefono.

Da quel momento siamo tracciati. Hai visualizzato la pagina di una particolare automobile o di una marca di cucine?

Ecco. Non appena apri il tuo quotidiano online o la pagina Facebook ti appare una pubblicità di quell’automobile o cucina.

Si chiama re-marketing e lo puoi impedire solo cancellando la memoria cache del tuo computer o telefono o negando il consenso “ai cookies”.

Dietro tutto questo ci sono agenzie web che monitorano costantemente le campagne online dei propri clienti per fare in modo che vengano viste solo da clienti in target.

La bella notizia è che questa cosa è alla portata di qualsiasi azienda, anche piccola. 

Non servono grandi budget. Servono agenzie che ti aiutano a fare in modo che ogni euro investito nella comunicazione online ritorni sotto forma di vendita.

Perché quando fai comunicazione online l’obiettivo non sono i like sulla pagina Facebook.

Ma quante vendite ti genera la campagna.

 

# 36 – Farsi trovare. Sempre!

Una volta c’erano le Pagine Gialle e gli Elenchi del Telefono. Prima cartacei poi in versione Cd Rom

Poi è arrivato internet. Oggi le Pagine Gialle sono Online se cerchi un’azienda su internet la prima cosa che ti appare a destra è la mappa di Google con tanto di coordinate per raggiungere l’azienda in auto o a piedi.

E’ la local search. Molto utile chiaramente a chi ha attività di prossimità, ma indispensabili anche per tante piccole aziende.

Infatti, puoi anche non avere un sito internet, ma se rivendichi la tua attività presente nelle mappe di Google, puoi utilizzare lo strumento Google My Business per inserire tante informazioni sulla tua azienda.

Dagli orari di apertura, alle foto, ai cataloghi e puoi anche costruirti il tuo piccolo sito ospitato. Tutto gratis.

Il fatto è che su Google Maps la tua azienda è già presente, perché Google ha acquistato gli elenchi delle aziende dai registri pubblici e le ha geolocalizzate sulla loro mappa generale.

Ovviamente ha inserito solo la tua ragione sociale. Ma da quel momento qualsiasi persona può scrivere delle recensioni sulla tua azienda.

E tu potrai rispondere solo se avrai rivendicato la proprietà di quella pagina.

Altri strumenti di local search sono Tripadvisor, legato più al turismo alberghiero e alla ristorazione, Four Square, Yelp, Apple Map, Pagine Gialle Online e poi tutta una serie di directories tipo Mister Imprese, Aziende Italia etc. dove vai a finire a prescindere dalla tua volontà di registrarti.

Spero che le mie considerazioni ti siano state utili e ti do l’arrivederci al prossimo articolo. Puoi trovare tutti quelli già publicati sul tema del Check Up di Marketing, in questa pagina

Puoi eseguire gratuitamente il tuo Check Up di Marketing da questa pagina

Richiedimi una consulenza gratuita

Vuoi usufruire di una consulenza gratuita di marketing di un’ora?

Esegui adesso il Check Up di Marketing della tua azienda.

Ti fornirò una valutazione completamente gratuita del tuo marketing operativo e potrai  prenotare una Consulenza Gratuita di un’ora direttamente con me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.