Innovare nel Marketing è… non dire mai “si è sempre fatto così”

Too Busy to Innovate - https://twitter.com/Rensvandenbergh/status/787989659024490496

Innovare nel marketing presuppone volontà di cambiare e comprendere dove intervenire

Innovazione. Una parola che a cercarla oggi su Google si ottengono quasi 31 milioni di risultati.

Pensando all’innovazione si pensa subito ad un’altra parola: miglioramento.

Del resto, se l’uomo è finora progredito, è perché ha sempre cercato di migliorare la sua condizione.

(Magari, non sempre ci è riuscito al 100%. Andiamo in automobile da oltre 100 anni, ci muoviamo più velocemente. Ma abbiamo inquinato il pianeta. Effetti collaterali, dicono.)

Innovazione e miglioraramento fanno entrare in scena un’altra parola correlata: cambiamento.

Senza una predisposizione al cambiamento difficilmente si migliora, di sicuro non si innova.

Cambiare è la necessità di dare risposta ad un disagio, ad una frustrazione. E’ fare le cose diversamente per ottenere risultati diversi.

 

La “fatica” di cambiare

Molto spesso, specie nelle aziende medio/piccole, non si ha tempo (o non si riesce mai a trovarlo) per valutare i propri processi alla luce dei risultati che si stanno ottenendo.

La quotidianità è fatta di ordini che non arrivano, clienti che tardano i pagamenti, fornitori che al contrario ti chiedono di essere pagati in anticipo, problemi di produzione, ritardi nelle consegne, etc.

E chi amministra una piccola azienda è costretto a giocare più ruoli per star dietro alle urgenze, tralasciando giocoforza i momenti di analisi, che sono però altrettanto urgenti.

Dunque si rischia di non adottare mai nuove soluzioni che puntino a migliorare i risultati.

E fino a che non si arriva ad un punto di rottura, si continua “a fare come si è sempre fatto”.

Salvo poi dover effettuare interventi drastici, sperando di non essere arrivati tardi.

E’ un paradosso.

Non si è soddisfatti dei risultati che si stanno ottenendo ma non ci si impegna ad analizzarne a fondo le cause per poi trovare le soluzioni.

Molte aziende sembrano poi amministrate dalla stessa persona, tanto identiche sono le loro “lamentele”.

  • “I clienti ci vedono uguali agli altri concorrenti”
  • “Non siamo conosciuti nel mercato”
  • “Facciamo fatica a trovare nuovi clienti”
  • “I clienti sono solo interessati al prezzo”
  • “Non siamo più competitivi”
  • “Il personale di vendita non ha fame”

e potrei continuare con l’elenco delle lamentazioni…

Ma se i risultati, scarsi, sono noti, spesso non lo sono le cause o, quanto meno, non si associa la causa all’effetto.

Ad esempio.

Se i clienti ti vedono uguale agli altri concorrenti forse è perché ti sei posizionato male nel mercato.

Quindi va cambiata strategia di marketing.

Se non sei conosciuto sul mercato forse è perché o non fai nulla per farti conoscere o quello che fai non è efficace.

Dunque, devi cambiare modo di comunicare o iniziare a farlo.

Se non sei più competitivo è perché altri rispondo meglio di te ai bisogni del cliente.

Quindi devi cambiare il tuo marketing mix per fare in modo che il cliente trovi in te la soluzione ai suoi problemi.

Chiaramente ogni azienda fa storia a sé.

E se i problemi e le frustrazioni sono comuni, differenti possono essere le cause e le relative azioni per migliorare.

Per questo occorre analizzare il Processo di Marketing e vedere dove sta il collo di bottiglia.

 

Il Check Up di Marketing per avviare percorsi di cambiamento

Per facilitarmi il lavoro con i clienti, ho messo a punto uno strumento per “fare il tagliando” al Processo di Marketing aziendale: il Check Up di Marketing.

E’ il questionario di autovalutazione con il quale inizio le mie collaborazioni con le aziende che seguo.

Questo mi mi permette di capire come l’azienda ha organizzato il proprio processo di marketing ovvero, per dirla come Philip Kotler,

“quel processo organizzativo mediante il quale avviene uno scambio di valore tra una entità e un’altra entità, così da soddisfare i bisogni o i desideri di entrambi.”
(P. Kotler – Marketing Management).

Con il Check Up analizzo il processo di marketing riguardo a sette specifiche dimensioni:

  • Presenza nel mercato
  • Risultati raggiunti
  • Approccio Strategico
  • Pianificazione e controllo
  • Marketing Mix (Prodotto/Servizio, Prezzo, Distribuzione, Promozione)
  • Organizzazione
  • Aspetti Finanziari

e metto in subito in evidenza gli aspetti da migliorare, quelli che rallentano l’azione sul mercato e i punti di forza, quelli su cui puntare per il raggiungimento degli obiettivi di crescita del business.

 

Da oggi il Check Up di Marketing è Online!

Check Up Marketing Stefano Stopponi Consulente Marketing

Fino ad oggi fa questo strumento era in un file che condividevo solo con le aziende con le quali iniziavo una collaborazione

Ora lo metto a disposizione delle aziende che vogliono iniziare a comprendere lo “stato dell’arte” del proprio Processo di Marketing e valutare quali azioni intraprendere per cambiare rotta verso il miglioramento dei propri risultati.

 

Sono 3 i vantaggi per chi utilizza il Check Up di Marketing Online

Le aziende che utilizzano questo strumento ottengono subito tre vantaggi senza alcun obbligo successivo nei miei confronti:

 

VANTAGGIO #1 – Valutazione del  proprio Processo di Marketing

Una volta compilato il Check Up, l’azienda riceve il report con i miei commenti e le indicazioni sugli aspetti del proprio processo di marketing che vanno modificati e, su quelli su cui continuare a far leva per migliorare i propri risultati.

Check Up di Marketing Stefano Stopponi Consulente Marketing

 

VANTAGGIO #2 – Ebook “Check Up Marketing: dall’analisi alla pratica”

Per approfondire i singoli aspetti del report, invierò inoltre all’azienda questo manuale nel quale ho condensato “44 pillole” di Marketing Operativo per passare dalla teoria ai fatti.

Uno strumento ricco di spunti e suggerimenti sugli aspetti del Processo di Maketing analizzati con il Check Up, frutto di tante “battaglie sul campo” combattute a fianco di aziende di diversi settori e dimensioni.

Marketing Check Up- dall analisi alla pratica Stefano Stopponi Consulente Marketing per PMI

 

VANTAGGIO #3 – Consulenza Gratuita di Marketing Strategico

Infine, l’azienda che compila il Check Up di marketing ricevere una email con il link per prenotare un’ora nella mia agenda ed usufruire della mia quasi trentennale esperienza di Marketing Management per ricevere suggerimenti utili ad innovare il proprio processo di marketing e iniziare a percorrere la strada del miglioramento.

Non ci sono altri modi per poter accedere all’ora di consulenza gratuita se non compilando il Check Up di Marketing.

 

Perché tutto questo gratuitamente?

Tutto questo in effetti ha un valore di oltre 500,00 Euro.  La cifra che richiedevo normalmente alle aziende per la sola fase di analisi del loro Processo di Marketing.
 
Oggi posso offrire la fase di analisi gratuitamente perché anche io ho innovato, nel mio piccolo, il mio processo di marketing.
 
Proprio come suggerisco nell’articolo, ho utilizzato il Check Up di Marketing per valutare la mia azione sul mercato e capire dove potevo migliorare.
 
Ad esempio ho capito che potevo automatizzare i  processi del mio servizio di consulenza così da portarlo online per allargare la dimensione del mio mercato potenziale.
 
In questo modo posso utilizzare il Check Up di Marketing come strumento promozionale per avviare relazioni con i clienti potenziali, creare interesse reciproco e iniziare a collaborare insieme quando ce ne sono le condizioni.

E tu? Sei pronto per innovare il tuo Processo di Marketing?

Credits
Le immagini di questo articolo
@rensvandenbergh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.